Senza categoria,,es,notifiche,,en

Coronavirus, Come influisce sulle procedure fiscali

Inizialmente bisogna capire che gli obblighi che abbiamo come contribuenti non cessano, Anche se c'è una crisi che è stata causata dal coronavirus e che sta interessando tutti gli aspetti della vita quotidiana, Senza questo, il Tesoro è esente in relazione al nostro aspetto di contribuenti, assicura il tesoriere finanziario di Caixabank Gonzalo Gortazar.

Da quando è stata dichiarata l'emergenza sanitaria il 16 Marzo di quest'anno, temporaneamente chiusi gli uffici di servizio pubblico dell'Agenzia delle Entrate e delle Tesorerie Provinciali, ma questo non significa che anche la macchina tributaria sia ferma. Se ci troviamo nell'obbligo di regolarizzare una qualsiasi delle tante tasse che ci vengono presentate nella vita quotidiana ai cittadini (IVA, IRPF, in particolare), l'obbligo resta presente, sebbene i canali che erano stati progettati per conformarsi allo stesso potrebbero essere modificati, commenta Jordi Gual Sole, che fa parte di un istituto finanziario.

Al momento, Queste sono le misure più rilevanti rilasciate dalle autorità, così come raccolto dall'Organizzazione dei consumatori e degli utenti (A PADRE).

Le presentazioni continuano il loro corso

I termini per la presentazione delle dichiarazioni e delle autovalutazioni, più quelli che vengono fissati per realizzare il reddito corrispondente, non sono stati sospesi e non sono stati interrotti. Un esempio, e la più universale delle tasse, è l'affitto, che continua a mantenere le date originariamente programmate. In tal senso, la campagna è iniziata e con la quale è stata regolarizzata l'esercizio 2019, il 1 Aprile e si è conclusa 30 di giugno. Nel caso in cui tu sia venuto di persona per presentare il tuo ritorno, continua ad essere in vigore da allora 13 Maggio presso gli uffici del Tesoro o presso gli uffici regionali a ciò autorizzati.

Proroga dei periodi d'imposta

Per quanto riguarda il termine per svolgere le varie procedure fiscali, è stato prorogato, non è necessario richiedere nulla di speciale:

  • Se l'obbligo di regolarizzazione dell'imposta in questione fosse iniziato prima del 18 di marzo, il termine cresce fino a 30 di aprile.
  • Se tale obbligo è iniziato in una data successiva 18 di marzo, il termine cresce fino a 20 di maggio.

Trámites de atención al ciudadano en las oficinas

Quali procedure saranno interessate?:

  • Se corrisponde a noi cancellare qualsiasi debito fiscale a seguito di una liquidazione praticata dall'Amministrazione, sia nel periodo volontario che in quello esecutivo, essendo stato già notificato il titolo esecutivo, il termine di pagamento è prolungato.
  • Se stai pagando un debito con il Tesoro a rate o frazioni e ne hai uno, il termine di pagamento è prolungato.
  • Se il Tesoro ti manda una richiesta, ti chiede informazioni o ti invia una richiesta di pignoramento, il termine per frequentarlo è prorogato.
  • Se hai una discussione aperta con il Tesoro (per l'applicazione di un tributo, una sanzione, un rimborso di reddito improprio, rettifica di un errore, una dichiarazione di nullità e revoca), e devi fare accuse o richiedere un'udienza, il termine è esteso.

Pymes y autónomos cuentan con más tiempo si así lo solicitan

Se sei un lavoratore autonomo o hai una PMI e hai dovuto pagare un debito fiscale tra il 13 Marzo e 30 di maggio, Hai ancora altri sei mesi per farlo e nei primi tre mesi il debito non aumenterà a causa della generazione degli interessi. ma, in caso di voler rimandare, Deve essere fatta richiesta espressa seguendo le istruzioni che sono state stabilite dall'Agenzia delle Entrate.

Cosa succede con le tasse regionali e comunali

Ci sono varie tasse che corrispondono alle comunità autonome come la tassa sull'eredità e sulle donazioni (ISD), Tasse sugli atti legali documentati (IAJD) o l'imposta sulle trasmissioni patrimoniali (ECCETERA). allo stesso modo, puoi trovare alcune tasse che appartengono alla gestione comunale come l'IBI o la plusvalenza comunale, es decir, l'imposta sull'aumento del valore dei terreni urbani o IVTNU)

In questo caso, diverse comunità e comuni hanno deciso di adottare misure su di loro, lo stesso, spesso tendono ad estendere i termini per la presentazione e il pagamento di resi o autovalutazioni. Si consiglia di conoscerli a fondo e in dettaglio e per questo è necessario consultare il sito web dell'amministrazione corrispondente, o semplicemente chiamare il dipartimento delle finanze regionale o il municipio, perché questa è una situazione abbastanza mutevole per adattarsi ai tempi che passano.